Le donne

Oggi, per convenzione, si festeggia la festa della donna. Non mi trovo particolarmente d’accordo su questo genere di eventi, come se non dovesse rientrare nella normalit√† quotidiana quello che si sottolinea solo un giorno all’anno. Cerimonie, nastri e mimose per donne che in qualche maniera sono sulle passarelle, che calcano le scene di teatri condivisi grazie ai media, ma poche voci fuori dal coro segnalano quello che le donne fanno dove gli altri hannoi fallito. Proprio per questo motivo, il mio pensiero, la mia ammirazione e il mio plauso, sono rivolti a quelle donne che si trovano a combattere su due fronti contemporaneamente. Le donne di Kobane. A loro il miglior augurio di vedere quanto prima la fine di ogni guerra e di ogni ostilit√†.

kobane3